//Peeling chimico
Peeling chimico 2017-10-14T13:30:50+00:00

Peeling chimico

peeling chimico

Peeling chimico

Con l’avanzare dell’età, il processo biologico di rinnovamento delle cellule, inevitabilmente, rallenta. Diventa quindi necessario un trattamento esfoliante sul viso che ne acceleri il turn over. Il peeling chimico è un’eccellente soluzione. La pratica consiste nell’applicazione sulla pelle di una o più sostanze che rimuovano le cellule morte e rigenerino gli strati epidermici e dermici. Il processo di peeling (noto anche come scrub o gommage) tonifica le parti interessate, attenuando o eliminando cheratosi attiniche, discromie pigmentarie, attenuando le rughe e le cicatrici. Il peeling utilizza delle sostanze che, modificando il ph tessutale, determinano l’asportazione dell’epitelio superficiale e stimolano alla rigenerazione del derma profondo.


Difetti estetici e soluzioni

Obiettivo del peeling è migliorare la qualità della cute del viso rimuovendo gli strati più superficiali dell’epidermide. Il trattamento può dare buoni risultati in pazienti che desiderino curare patologie e correggere inestetismi quali
– segni cutanei causati dagli agenti atmosferici,
– cicatrici superficiali,
– rosacea,
– rughe,
– smagliature,
– dermatite seborroica,
– radiodermiti,
– macchie scure e discromie,
– segni dell’acne,
– porosità cutanea in pelli grasse.

In base alla profondità da raggiungere con l’azione esfoliante, i peeling si dividono in:

– superficiali (rimuovono lo strato cellulare esterno, eliminando grigiore e opacità della cute; non agiscono su inestetismi come acne, cicatrici, rughe),
– superficiali (trattano modeste lesioni di natura acneica, cicatriziale e pigmentale)
– medi (curano esiti di acne e rughe di media profondità oltre ai segni lasciati dalla varicella. Possono essere associati a infiltrazioni di fillers),
– profondi (indicati per rughe diffuse e solchi della pelle più netti).

Come detto, la maggior parte dei peeling chimici che si effettuano per fini cosmetologici sono di tipo superficiale e intermedio, ma spesso si utilizzano le medesime sostanze anche per i peeling profondi. La differenza è data dalla concentrazione della sostanza e dal tempo di applicazione.Nello specifico delle sostanze usate:

  • l’effetto del peeling superficiale, che si ottiene con acido glicolico” (70% di concentrazione), è un miglioramento della lucentezza della cute e una riduzione delle rugosità più sottili già dopo alcune sedute, mentre l’acido mandelico permette di migliorare i difetti di pigmentazione e le macchie.
  • i peeling a base di acido salicilico” (20%)  oppure di “acido piruvico” (40-50%) sono indicati nel trattamento delle impurità cutanee e dell’acne in fase attiva. Tali trattamenti, penetrando nel follicolo pilifero, vanno a trattare l’infezione della ghiandola sebacea. In questo modo, dopo qualche seduta, la colonizzazione batterica in profondità viene ridotta e fatta uscire all’esterno, fino all’eliminazione dell’infezione cronica,
  • il peeling più profondo si realizza con “acido tricloracetico” (TCA 20-35%) ed è indicato per il trattamento di alcune macchie del volto e delle mani (da associarsi a trattamenti domiciliari) e per il miglioramento delle rugosità più profonde del volto, dovute a foto invecchiamento o acne. Tale trattamento è più invasivo, poiché determina un ricambio completo della pelle attraverso una coagulazione chimica delle proteine (frost bianco).


Preparazione all’ intervento

Nel corso della visita specialistica, il medico, dopo aver ascoltato le aspettative che il paziente ripone nel trattamento di medicina estetica cui vuole sottoporsi, valuta la tipologia e le caratteristiche di pelle del soggetto e determina il tipo peeling più appropriato per curarne gli inestetismi. Infine, il chirurgo espone tutte le indicazioni riguardanti l’eventuale ciclo di trattamento e la sua durata.


Il trattamento di medicina estetica

Le sedute di peeling chimico hanno durata variabile (anche pochi minuti) e possono sottoporvisi soggetti di tutte le età. La differenza tra un paziente e l’altro è data dalle caratteristiche delle pelle di ciascuno (e dai relativi trattamenti applicati). Il medico, attraverso una spugnetta, un pennello, una garza o un bastoncino di cotton-fioc, stende la soluzione di peeling (contenente uno o più agenti chimici) su tutto il viso o sulle parti interessate. Ogni peeling chimico causa gonfiore e dolore; la cute diventa rossa con bolle e croste come dopo una forte scottatura solare. Alla fine della procedura, sulle aree trattate, è infatti applicata una crema lenitiva o un gel antibiotico.

E’ importante sapere che:

  • i peeling superficiali e medi producono un ricambio epidermico senza modificare la normale architettura della cute,
  • il peeling profondo, invece, può lasciare la cute più chiara e incapace di abbronzarsi. Il trattamento può produrre cambiamenti del colore della cute temporanei o permanenti


Tempi di guarigione

Medicazione, terapia antibiotica, antiflogistica e cosmesi: dopo un peeling chimico è opportuno seguire scrupolosamente le prescrizioni dello specialista. Di fondamentale importanza è non esporsi al sole o ai raggi di lampade UVA – UVB per almeno 4 – 8 settimane. Nei 15 giorni post trattamento, la pelle continuerà a esfoliarsi. Nel lasso di tempo considerato, sarà opportuno monitorare e comunicare tempestivamente al medico qualsiasi inconveniente o effetto indesiderato. E’ consigliabile anche lavare la pelle con prodotti delicati, evitando massaggi o sfregamenti troppo energici. Il ciclo di trattamento prevede 3 – 4 sedute a intervalli di circa 20 giorni. Non tutti i pazienti otterranno lo stesso risultato.

NEWS SULL’ARGOMENTO
  • Rinofiller

Rinoplastica non chirurgica

I pazienti che non sono pronti a sottoporsi ad una rinoplastica possono sottoporsi alla […]

Ustioni: rimedi chirurgici estetici e funzionali

Per poter intervenire sui danni alla pelle determinati da un’ustione è prima indispensabile che il […]

INFO UTILI

Durata

0min.
da
0min.
a

Complessità

  • Facile/Medio

Anestesia

  • Locale con sedazione

Medicazione

  • 3 giorni

Guarigione

0giorni
da
0giorni
a

PEELING CHIMICO PRIMA E DOPO