Seno tuberoso 2018-05-28T20:47:56+00:00

Seno tuberoso

seno tuberoso

Seno tuberoso, riconoscerlo e correggerlo con l’ intervento chirurgico piu’ adatto

Il seno tuberoso, anche chiamato seno tubolare o Snoopy Breast, è una malformazione congenita delle mammelle, spesso associata ad una asimmetria di forma e volume, che si manifesta sin dall’età adolescenziale con diversi gradi di gravità.

Tale complesso difetto mina l’autostima della ragazza determinando un senso di imbarazzo e disagio che di conseguenza la porterà, non senza resistenze familiari, alla ricerca del trattamento chirurgico correttivo più adatto. Non vi sono, infatti, cure o rimedi naturali in grado di favorire lo sviluppo anatomico delle mammelle.

seno tuberoso

Seno tuberoso come riconoscerlo

Il seno tuberoso prevede una base di impianto piuttosto stretta che va poi allargandosi fino a terminare con un’areola molto grande. Questo aspetto rende il seno ptosico (cadente) con una inusuale e poco attraente forma “a tubero”

Altri tratti distintivi sono un solco mammario più alto del normale e un polo del seno inferiore piatto e schiacciato.

Talvolta a questo difetto si associa la Sindrome di Poland ovvero l’ assenza del muscolo gran pettorale.

Oggi è possibile porre rimedio al seno tuberoso mediante la correzione chirurgica ed eventualmente il posizionamento di protesi mammarie.

Prenota una visita

Clicca qui
Clicca qui

Seno tuberoso, la visita specialistica

Il dott. Tommaso Savoia al momento della visita deve valutare l’obiettività e la gravità del difetto, confrontarsi con le aspettative della paziente e presentare a quest’ultima foto e immagini di altri interventi dello stesso tipo per poter meglio comprendere i risultati ottenibili.

seno tuberoso

Seno tuberoso indicazioni chirurgiche

Lo specialista vi indicherà la tecnica chirurgica corretta per ottenere il miglior risultato estetico.

Vi sono casi in cui è sufficiente utilizzare la tecnica di Lipofilling per correggere un seno leggermente tuberoso o difetti lievi

Per i casi di gravità moderata o severa sarà invece necessario ricorrere alla chirurgia plastica estetica. Sarà possibile:

  • Rimodellare la ghiandola mammaria attraverso mastoplastica additiva con le classiche cicatrici periareolare per ridurre l’areola e verticale per conizzare il polo inferiore
  • Associare l’inserimento di una protesi per riempire e proiettare la mammella qualora si voglia contestualmente aumentare il volume del seno
  • Ridurre il seno troppo grande con tecniche simili alla mastoplastica riduttiva e renderlo più simile all’altro

Seno tuberoso intervento chirurgico

L’ intervento chirurgico potrà prevedere tecniche molteplici perché ogni singolo caso ha delle peculiarità uniche.

La durata dell’intervento varia da 1 a 3 ore in base alle tecniche scelte, viene eseguito in anestesia generale con 1 notte di degenza.

Seno tuberoso post operatorio

Per la prima settimana bisognerà assolutamente limitare il movimento delle braccia ed indossare il reggiseno elasticizzato.

La medicazione verrà tolta dopo pochi giorni l’intervento, ma si dovrà indossare giorno e notte il reggiseno elastico ancora per alcune settimane, fino a quando gonfiori ed ecchimosi scompariranno completamente.

I punti superficiali verranno rimossi dopo 7 giorni, mentre le suture si riassorbiranno dopo 2-4 settimane.

L’attività fisica potrà essere ripresa solo dopo 2 settimane ma dovrà essere limitata solo a piegamenti e a streching molto lenti e indossando sempre il reggiseno contenitivo sportivo adeguato.

Infine sarà necessario evitare di fare sforzi eccessivi e di sollevare pesi per 3-4 settimane dopo l’intervento e di esporre la parte interessata al sole per 2 o 3 mesi.

Si consiglia pertanto di organizzare l’ intervento considerando impegni familiari e personali e durante i mesi freddi.

Seno tuberoso rischi e complicanze

Potrà sussistere, dopo l’intervento, una certa perdita di sensibilità nei capezzoli e nella pelle del seno che si normalizzerà gradualmente nell’arco di due mesi.

In alcuni pazienti potrà permanere anche per un anno e solo in alcuni casi potrà essere permanente.

Spesso non sarà possibile allattare ma non sarebbe possibile nemmeno con un seno tuberoso non trattato.

Anche se i risultati sono subito evidenti il seno sembrerà innaturale e rigido perché all’inizio sarà teso verso l’alto, poi lentamente, quando anche il gonfiore sarà scomparso, assumerà una forma più naturale e morbida.

La nuova forma del seno sarà quindi definitivamente apprezzabile dopo circa 6 mesi dall’intervento.

Seno tuberoso Prima e Dopo