//Lobo auricolare bifido e correzione piercing
Lobo auricolare bifido e correzione piercing 2017-10-26T19:50:44+00:00

Lobo auricolare bifido e correzione piercing

Anche i lobi auricolari sono soggetti a inestetismi che possono dipendere da malformazioni congenite (con conseguente alterazione delle dimensioni o, in rari casi, la completa divisione del lobo), oppure da traumi o dall’uso di orecchini pesanti che possono lacerare il piercing.
In questi casi è possibile ricorrere alla chirurgia plastica riduttiva e rimodellante oppure, in caso di separazione del lobo, alla chiusura della fessura e alla ricostruzione della parte attraverso piccolissimi punti di sutura. A seguito dello strappo dell’orecchino si genera una lacerazione a tutto spessore del lobo tra il buco preesistente ed il bordo inferiore. L’intervento consente di ricostruire il lobo unendo ed eventualmente riducendo i lembi. Vista la sua natura traumatica, il difetto è normalmente monolaterale.
La micro-chirurgia estetica delle orecchie consente di correggere anche altri inestetismi quali: orecchie a sventola (assente o insufficiente piega di carattere ereditaria delle cartilagini auricolari) o la riduzione del padiglione auricolare (frequente in età avanzata).
Con un piccolo intervento ambulatoriale in anestesia locale, il dott. Tommaso Savoia è in grado di ripristinare l’integrità del lobo. L’intervento richiede solitamente una piccola cicatrice verticale, praticamente invisibile, al fine di ricostruire in maniera stabile la struttura del lobo.
Dopo almeno 3 mesi può essere eseguito un nuovo foro in una sede poco più laterale o alta rispetto alla cicatrice per evitare le recidive

Lo stesso intervento, con minime variazioni, può essere attuato anche per correggere lobi alterati, troppo grandi o penduli per uso di dilatatori, piercing o accessori simili. Si tratta di una a causa della quale il lobo perde completamente la sua elasticità fisiologica senza poter ritornare alla dimensione e alla forma naturale. In tutti i casi in cui si interviene a ridurre o a rimodellare la cute del lobo auricolare è poi possibile ripristinare anche il foro sul lobo, così che si possa tornare ad indossare gioielli senza alcuna preclusione, eccetto la precauzione di evitare oggetti troppo pesanti che potrebbero portare a una recidiva della dilatazione.

NEWS SULL’ARGOMENTO

Le recensioni dei pazienti: ecco la vera soddisfazione del medico

Un feedback davvero positivo: il Dr. Tommaso Savoia, chirurgo estetico plastico che svolge attività a […]

  • chirurgo plastico Dott. Tommaso Savoia

Dott. Savoia: vivere nella bellezza è la mia vocazione

Grazie di cuore ai tantissimi pazienti, assieme ai numerosi amici, che mi hanno fatto gli […]

Prima e Dopo